MagisterLudi

ottobre 7, 2007

Plauto: esempi di metateatro

Filed under: latino,terza — prof @ 2:12 pm

Da Asinaria, vv 1-15

PROLOGVS:
Hoc agite sultis, spectatores, nunciam,
quae quidem mihi atque vobis res vertat bene
gregique huic et dominis atque conductoribus.
face nunciam tu, praeco, omnem auritum poplum.
age nunc reside, cave modo ne gratiis.
nunc quid processerim huc et quid mihi voluerim
dicam: ut sciretis nomen huius fabulae;
nam quod ad argumentum attinet, sane brevest.
nunc quod me dixi velle vobis dicere,
dicam: huic nomen graece Onagost fabulae;
Demophilus scripsit, Maccus vortit barbare;
Asinariam volt esse, si per vos licet.
inest lepos ludusque in hac comoedia,
ridicula res est. date benigne operam mihi,
ut vos, ut alias, pariter nunc Mars adiuvet.

Orsù, spettatori, fate questo se volete;
che questo spettacolo porti bene a me e a voi
e a questa compagnia e ai capocomici e agli impresari.
Orsù tu, o araldo, rendi il pubblico tutt’orecchi.
E ora siediti: fa’ attenzione solo che non sia per nulla.
Ora dirò perché io sia venuto qui e che intenzione abbia:
affinchè conosciate il titolo di questa commedia.
Infatti, per quanto riguarda l’argomento, è certamente breve.
Ora dirò ciò che ho detto di voler dire a voi:
Questa commedia ha nome Onagos in greco;
l’ha scritta Demofilo, Macco l’ha tradotta in lingua barbara (in latino);
vorrebbe che (il titolo) fosse Asinaria, se lo permettete.
C’è grazia e gioco in questa commedia,
è uno spettacolo che fa ridere. Concedetemi benevolmente la vostra attenzione,
affinché Marte vi protegga come ugualmente in altre circostanze.

Da Pseudolus, vv. 401-405

PSEUDOLUS:
Sed quasi poeta, tabulas cum cepit sibi
quaerit quod nusquamst gentium, reperit tamen,
facit illud veri simile, quod mendacium est,
nunc ego poeta fiam: viginti minas,
quae nusquam nunc sunt gentium, inveniam tamen.

Ma come il poeta, quando ha preso con sé le tavolette,
cerca ciò che non esiste in nessun luogo tra le genti, e tuttavia lo trova,
e rende verosimile quel che è menzogna,
ora io diventerò poeta, e le venti mine,
che ora non esistono in nessuna parte tra le genti, io tuttavia le troverò.

Annunci

5 commenti »

  1. buongiorno prof!!!!
    mi spiace essere l’unico a lasciare commenti…cmq…volevo chiederle, ora che mi ricordo, se sia possibile leggere l’Illiade o l’Odissea (in latino) durante le nostre ore.
    Arrivederci

    Silvio was here…

    Commento di Silvio — ottobre 10, 2007 @ 4:13 pm | Rispondi

  2. Ci vuole sempre qualcuno che rompa il ghiaccio, caro Silvio. Apprezzo il tuo interesse e coraggio. C’è molto da imparare da te. Quanto all’Iliade e all’Odissea in latino, mi dispiace doverti opporre un rifiuto, per un motivo semplice: non sono state scritte in latino, bensì in greco, e le traduzioni che ne abbiamo in latino o sono frammentarie o sono riduzioni o non hanno grande valore. A questo punto vale maggiormente la pena leggerle in traduzione italiana. A questo proposito posso consigliarti la traduzione in prosa italiana di Maria Grazia Ciani, edita da Mondadori e Marsilio, anche in edizioni economiche: è molto chiara e coinvolgente, tanto che pare di leggere un romanzo, ma nello stesso tempo è molto rispettosa dell’originale e filologicamente corretta. Se vuoi poi viaggiare con la fantasia nel mondo omerico, posso consigliarti alcuni romanzi ispirati alle vicende e ai personaggi dell’Iliade e dell’Odissea: G. Haefs “Troia”; M.Z.Bradley “La torcia”; A. Baricco “Omero Iliade” (non è un romanzo ma un’opera pensata per il teatro, composta di monologhi di vari personaggi dell’Iliade).

    Commento di prof — ottobre 10, 2007 @ 4:58 pm | Rispondi

  3. buongiorno prof! interessante la lezione di oggi sulla condizione della donna. Sarebbe interessante se scoprissimo qualcosa sulle grandi donne del passato, come quelle che abbiamo visto oggi.Arrivederci!!!

    Commento di valentina — ottobre 12, 2007 @ 5:19 pm | Rispondi

  4. ho messo un sacco di ripetizioni nel mio commento….che sgrammaticata! scusi

    Commento di valentina — ottobre 12, 2007 @ 5:20 pm | Rispondi

  5. Mi fa piacere e accolgo la proposta; presterò particolare attenzione a questo tuo interesse.

    Commento di prof — ottobre 12, 2007 @ 5:45 pm | Rispondi


RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: